L’inquilina del piano di sopra
L’inquilina del piano di sopra

16 -17 febbraio

L’inquilina del piano di sopra

Gaia De Laurentiis Ugo Dighero

di Pierre Chesnot
con Laura Graziosi
scene Matteo Soltanto
costumi Marco Nateri
luci Giorgio Morgese
regia Stefano Artissunch

Una favola sul dramma della solitudine con un lieto fine sospirato, una commedia che mette il buon umore e fa amare la vita, proprio perché ridicolizza il dramma che ognuno di noi ha in sé. Due personaggi in crisi esistenziale -una single in cerca di riscatto amoroso e un single scorbutico ed egocentrico- che al giro di boa degli “anta” fanno i conti con il loro passato e si interrogano sulle aspettative del futuro. Un incontro/scontro fatto di dialoghi brillanti, situazioni paradossali e tante risate.

Quando ho letto la commedia di Chesnot è stato inevitabile il collegamento alle suggestioni della cinematografia di Jeunet e di Marc Caro, da Delicatessen al Favoloso Mondo di Amelie immaginando i due personaggi Sophie e Bertrand nel mondo incantato dei loro piccoli appartamenti. Mettere in scena questo spettacolo è come dare nuova linfa ad un testo brioso e fantasioso, divertente ma allo stesso tempo vitale.
Stefano Artissunch